Intervento Ospedale di Treviso

Ospedale Ca’ Foncello di Treviso, rinnovata la Ginecologia

Con la fine di questa settimana, quattro stanze del reparto, fino ad oggi non dotate di propri servizi, sono state rimodernate completamente e dotate di moderno bagno. La realizzazione, portata a termine in tempi rapidissimi grazie a un moderno metodo di costruzione

Le stanze rinnovate del reparto di...

Le stanze rinnovate del reparto di Ginecologia

TREVISO. Giunti alla conclusione i lavori di miglioramento alberghiero nel reparto di Ginecologia del Ca’ Foncello di Treviso. Con la fine di questa settimana, quattro stanze del reparto, fino ad oggi non dotate di propri servizi, sono state rimodernate completamente e dotate di moderno bagno.

Un lavoro che rientra nel progetto della Direzione generale di migliorare gli ambienti di degenza nelle aree ospedaliere più datate, pur in attesa della realizzazione della nuova Cittadella della Salute. La realizzazione, portata a termine in tempi rapidissimi grazie a un moderno metodo di costruzione utilizzando bagni prefabbricati. La necessità di intervenire su un settore della Ginecologia dell’Ospedale di Treviso non ancora adeguato ai migliori standard alberghieri è stata manifestata lo scorso luglio alla Direzione generale. Quest’ultima, tramite il Servizio tecnico aziendale, ha ritenuto di intervenire rapidamente sul settore di quattro stanze di degenza con lavori di ammodernamento che comprendessero anche la realizzazione di un bagno per ogni stanza e l’ottimizzazione della dotazione impiantistica dei gas medicali.

Con un investimento di 80.000 Euro, i lavori sono iniziati il 24 luglio e, al fine di velocizzare i tempi e ridurre al minimo i disagi alle degenti, si è scelto di costruire i bagni seguendo la tecnica che prevede la messa in opera di moduli prefabbricati. “Due stanze sono già a disposizione del reparto – spiega il Direttore generale Francesco Benazzi – anche le altre due sono ormai conluse e saranno pronte per questo fine settimana. Appena il primario ci ha segnalato questa criticità siamo intervenuti perché il nostro impegno a favore ambienti sempre migliori e confortevoli è costante.

Oggi siamo intervenuti sulla Ginecologia ma le nostre attenzioni vanno a tutti i reparti, a cominciare dalla Geriatria che tanta sensibilità ha suscitato. E’ vero che siamo in procinto di realizzare e mettere a disposizione dei Trevigiani i modernissimi ambienti della nuova Cittadella della Salute, ma fino a quel momento dobbiamo garantire la massima dignità ai nostri ospiti e quindi intervenire dove è necessario”.

 

Estratto dalla TRIBUNA di Treviso del 16/08/2017